Il mio Kindle

kindleAlcuni  mesi fa, navigando in rete, casualmente ebbi la fortuna di esplorare il sito “Amazon”, in particolare  le sezioni “ Libri”, “eBook”,  e  “Kindle”. Quel  giorno stesso mi registrai sul sito,  ricevendo automaticamente ben 5 GB di spazio di libreria personale online. Dopo essermi sufficientemente documentato,  ordinai  il  Kindle vers. 4, il tipo più semplice , e cioè  quello con la cornice color argento. Aspettandone la consegna a domicilio,  scaricai alcuni interessanti  eBook nella mia “Libreria Kindle” online, iniziando a sfogliarli ed a leggerli già con la ‘applicazione Kindle online’ gratuita,che Amazon mette a disposizione degli utenti. Oggi sul ‘Zeferino Kindle’ ho centinaia di libri. Con il Kindle ho  qualcosa in più da fare per riempire la mia giornata di pensionato, e così sono riuscito a staccarmi un poco dal mio pc, cui prima ero troppo incollato, specie  per la   gestione di  alcuni siti e blog personali. Il  Kindle mi consente di portare con me una intera biblioteca tascabile, tanti, tantissimi libri, da cui  posso sceglierne uno a piacere, che posso  leggere dove voglio  e quando voglio; ed al ritorno a casa posso continuare , volendo,  quella  lettura scelta o sul mio pc – o su un qualsiasi altro pc - riprendendola  al  punto esatto  in cui l’ avevo lasciata, grazie alla tecnologia Whyspernet. Senza sottovalutare l’ aspetto del notevole risparmio rispetto al corrispondente libro in formato cartaceo! L’ Assistenza Kindle – la migliore del mondo – costituisce  poi il miglior punto di forza del sistema  Amazon:  immediata, professionale, esauriente, chiara ed essenziale; io ne sono rimasto letteralmente incantato. Provate anche voi ! D’ altra parte, non rischiate nulla: la registrazione al sito Amazon è gratis, così pure centinaia di capolavori non più coperti dal  brevetto di  Autore, e gratis è  l’ applicazione Kindle per leggerli. Gli indirizzi dell’ Assistenza sono questi:  N° verde: 800628808; http://www.amazon.it/contattaci; http://www.amazon.it/assistenzakindle. Per la verità, sul sito tutti i contenuti delle varie sezioni - configurazione ed impostazioni del Kindle,  acquisto e gestione dei libri, gestione dei Documenti Personali, ecc.   -  sono spiegati molto bene, e capita di ricorrere all’ Assistenza semplicemente perché  magari si ha poca voglia di leggere; io per primo. Premesso ciò, un qualsiasi mio  articolo tecnico sull’argomento è superfluo, e d’altra parte in rete sono disponibili centinaia di tali articoli, fatti anche molto bene. Invece, desidero richiamare la vostra attenzione sul fatto,  che non solo – come dicevo sopra –con il Kindle ho qualcosa in più da fare per riempire la mia giornata di pensionato, ma soprattutto ora le giornata stesse sono più interessanti. Ovviamente, questo potere magico del Kindle nasce dalla lettura, ed è quindi un potere generale, universale;  e, per non  tediare il lettore con opinioni e  prospettive personali,  ritengo opportuno utilizzare  lo stralcio finale del Saluto ( “Ciao, Zeferino”)  che Jeff Bezos, fondatore e AD  di Amazon, rivolge a ciascun nuovo utente Kindle.
Il mondo magico della lettura

... il mondo esterno scompare, per dare spazio solo al racconto, alle parole e alle idee dell’ autore

Dice: “ …Il nostro primo obiettivo nel progettare il Kindle è stato quello di farlo scomparire tra le tue mani  – per così dire toglierlo di mezzo  –  in modo da rendere più piacevole la lettura. Ci auguriamo che tu riesca a dimenticare velocemente che stai leggendo su uno strumento tecnologico wireless e che ti lasci trasportare invece negli appassionati meandri della lettura, dove il mondo esterno scompare, per dare spazio solo al racconto, alle parole e alle idee dell’ autore. Ti auguriamo una piacevole lettura! Grazie,  Jeff Bezos”. Ed allora, proseguendo sulla scia dello spirito di questa metodologia, intendo descrivere le emozioni  di un potenziale lettore del  Kindle non con noiose descrizioni personali, ma semplicemente riportando su questo blog  - esclusivamente culturale -  passi scelti degli  Autori di alcuni dei  libri  scaricati sul mio Kindle e da me già letti. E così, naturalmente, sarà evidente perché le mie giornate sono diventate più interessanti.Però, prima consentitemi una breve digressione personale, spero anche ultima. A casa mia i libri sono sempre piaciuti. Ricordo che mio padre, ancora piccolo, mi regalò “Il Tesoro Del Ragazzo Italiano”, una enciclopedia che in forma riassuntiva  conteneva  di tutto, da Kipling a Shakespeare, dalle Scienze in formato divulgativo alle Arti, ecc. ecc. Ebbene,  il Kindle mi ha fatto fare un tuffo in quel passato tanto lontano e tanto magico, facendomelo rivivere come presente, quasi uno sdoppiamento di personalità. Ci sarebbe poi da mettere in rilievo il fatto che, mentre un libro in formato cartaceo può solo essere sfogliato, un dispositivo come il Kindle implica la gestione sia di libri che di Documenti Personali. Ma di questo parleremo in seguito. Ora stendiamo tappeti rossi ai  racconti, alle parole e alle idee degli  Autori.